Home » Firmato Ando » Pagina 3

Firmato Ando

Sono tutti gli articoli dal blog storico, firmati da Ando. In occasione del centenario abbiamo ri aperto il suo blog con una serie di articoli scritti in forma di oroscopo ma sull’archiviazione.

I pidocchi del cinema


Adesso vi dico una cosa divertente la quale vi prova che tutti gli storici della fotografia sono dei poveracci perchè nessuno ha mai scritto la cosa che segue e che la ridimensiona. La pellicola cinematografica viene proiettata ad una velocità costante di 24 fotogrammi al secondo, e un metro lineare di pellicola contiene 52 fotogrammi: cioè in un secondo la cinepresa consuma quasi due rullini di pellicola una macchina fotografica 35 millimetri reflex e no. La pellicola di un Leggi tutto »I pidocchi del cinema

Leica

Nella figura si vede una macchina fotografica per istantanee che ha non tanto meno di un secolo, ebbene: se le macchine fotografiche si fossero fermate così, oggi esisterebbe una vera e importante cultura fotografica, i fotografi non sarebberero più o meno paranoici così come sono, ma forse Leggi tutto »Leica

Reflex e Mirror Less

E’ uscita sul mercato una nuova macchina fotografica che fa tutto e anche qualcosa di nuovo: una “raffica” di 60 fotogrammi al secondo, non solo, ma poi sceglie quello più bello: lo sceglie lei non il fotografo perchè si da per scontato che sia un cretino che non se ne intende. Se ne discute moltissimo nell’ambiente, anche in Fotocrazia, dove sono intervenuto e avrei voluto mandargli anche questo testo maLeggi tutto »Reflex e Mirror Less

Storia della Fotografia

Per segnare nei libri di storia in qualche modo la nascita della fotografia, è stato scelto il 1839, quando un ministro dell’interno francese diede la notizia che il governo aveva acquistato da Daguerre il brevetto che rendeva possibile “per la prima volta di allontanare dalla camera oscura le immagini che si formavano sul fondo rese stabili” ovvero fissate. L’annuncio venne dato dal ministro degli interni perchè la maggiore utilità dei ritratti ottenuti in questo modo era quella Leggi tutto »Storia della Fotografia

Leica Lucifero

La Chiesa, in particolare i Gesuiti, condannarono la macchina fotografica, dunque in particolare la Somma Leica, come lo strumento che a Satana, non per altro detto il Luci/fero (mangiatore di luce) avrebbe consentito la conquista dell’anima e della volontà dell’Uomo. E’ quanto credo abbia intuito il Carducci nelLeggi tutto »Leica Lucifero

La Macchina Fotografica va in Paradiso

Il secondo concilio di Nicea fu convocato nel 787, su richiesta di papa Adriano I, dall’imperatrice d’Oriente Irene, per deliberare sul culto delle immagini (iconodulia). È il VII Concilio ecumenico, riconosciuto dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa. Il contesto storico in cui si inserisce il secondo concilio di Nicea è il rifiuto delle immagini, o iconoclastia, che vedrà coinvolta la Chiesa orientale ed in particolare la Chiesa imperiale di Costantinopoli per almeno un secolo. Il cristianesimo non aveva una eredità artistica; il giudaismo, da cui emanava, evitava la rappresentazione del sacro e del divino. Lo stesso ha fatto il cristianesimo primitivo paleocristiano, che invece faceva ricorso ai simboli (pesce, ancora, agnello, ecc.). Con il IV secolo, sotto l’impulso dello spirito greco, i cristiani cominciarono a Leggi tutto »La Macchina Fotografica va in Paradiso

Ingenuità

Tavernello Gesù

A proposito del saggio di Pasolini di cui prima dicevo: ho scritto anni fa un testo sulla pubblicità come ultima risorsa che ci resta per dare oggi un senso, una utilità sociale, all’Arte antica.Leggi tutto »Ingenuità

Marx e religione: versione integrale

MARX KARL BIOGRAFIA ANDO

Per chi non lo sapesse i  marrani (in spagnolo marranos, probabilmente dall’arabo moharrama, muharram, che significa “cosa proibita”) erano ebrei sefarditi (ebrei della penisola iberica) che vennero costretti ad abbracciare la religione cristiana, sia con la coercizione come conseguenza della persecuzione degli ebrei da parte dell’inquisizione spagnola, sia per “libera” scelta, per una questione formale. Leggi tutto »Marx e religione: versione integrale