Vai al contenuto
Home » politica

politica

Francobollo della serie "Coppa del mondo FIFA 1966 - Regno Unito"

Il fair play ucciso dalla paura

Stavolta non si è trattato solo di una questione di fair play. La nazionale inglese non ha giocato slealmente, ma ha sputato su un eccezionale secondo posto. Questo è il semplice e ovvio riflesso di un sentire globale dove hanno dignità solo i primi. Dove già i secondi sono considerati ultimi. E dove gli ultimi non hanno diritto di sopravvivenza

Difficoltà di satira

Testata de 'Il Pasquino', settimanale umoristico di Torino metà del XIX secolo, elaborazione ©Fototeca Gilardi

La temperatura della satira in Italia da sempre oscilla tra il caldo e il tiepido, assestandosi su gradi di dubbia efficacia, soprattutto negli ultimi decenni. Da qualche tempo a questa parte sembra infatti scomparsa l’ironia (con poche luminose eccezioni) e soprattutto, nel pubblico, la capacità di comprenderla. Ormai siamo oltre la censura, divenuta superflua.
Forse complice il dilagare di fake e bufale, ultimamente la percezione comune si è assestata sul significato “letterale” dei messaggi e, incapace di distinguere il vero dal falso, per timore di credere a tutto diffida della satira, da sempre strumento di Leggi tutto »Difficoltà di satira

Expectamus Patronos!

16_52_05_dicembre16_BLG

Oggi possiamo riposarci: niente più “Sì o No” al Referendum Costituzionale. Ha vinto il “no” e Renzi si è dimesso. I politici degli schieramenti per il “no” si sentono vincitori e si preparano a sostituirlo.
Gli italiani, invece, scaldano i muscoli per la prossima poderosa pedata a chi verrà con intenzioni meno che oneste, a governarli. Il clima ormai è questo e non è piacevole ne’ per chi vota ne’ per chi amministra.
Nel nostro paese, che è sempre meno “di artisti e navigatori”, e sempre più solo di “santi” (gli unici ai quali si immagina ormai di chiedere un intervento) il Leggi tutto »Expectamus Patronos!

Lo spettro della Terza Guerra Mondiale

16_44_17_ottobre16_BLG

Non so se è per il tono usato nel parlarne, se per puro timore o perché ormai tutto ci sembra un videogame, ma questa Terza guerra mondiale ventilata sui media dà l’impressione di un annuncio costruito strategicamente a tavolino, una notizia vuota diffusa con scopi precisi ma, per noi comuni mortali, inconoscibili.
Certamente dopo il trauma collettivo dei due conflitti mondiali del secolo scorso, il nervo resta scoperto.
Molte volte, dalla fine della Seconda Guerra, è scattato l’allarme di un’altra crisi internazionale capace di portarci al punto di non ritorno, il che generalmente significava utilizzo di armi nucleari con conseguente distruzione del globo.
Gli Anni Cinquanta si sono caratterizzati per un clima di costante tensione, la cosiddetta “Guerra Fredda” cheLeggi tutto »Lo spettro della Terza Guerra Mondiale

Addio a Marco Pannella

16_23_20_maggio16_BLG

Pochi personaggi del mondo politico italiano hanno suscitato più disagi, entusiasmi e polemiche di Marco Pannella. La sua scomparsa ha avuto l’immediato effetto di far abbassare quei muri che il mondo delle istituzioni e quello dei media innalzavano costantemente di fronte alle lotte e alla veemenza del fondatore del Partito Radicale, sempre politicamente scorretto. Orgogliosamente scorretto.
Ricordo che per molti anni la sua lotta non violenta, fatta di scioperi della fameLeggi tutto »Addio a Marco Pannella