Vai al contenuto
Home » parto

parto

Royal baby e parti pubblici

Costanza d'Altavilla dopo il parto tiene in braccio il royal baby Federico II, miniatura elaborazione ©Fototeca Gilardi

La famiglia Windsor si è arricchita dell’ennesimo nipote.
Questa volta il principino (arrivato – pare – con qualche ritardo) ha acceso più che mai la fantasia popolare già affezionata ai genitori del piccolo royal baby: il simpatico principe “cadetto” e la bellissima attrice americana.
Da sempre le vicende private delle monarchie sono state oggetto di gossip e se un tempo le regine erano obbligate a partorire in pubblico di fronte alla corte, o in tempi più recenti, in presenza almeno del Ministro dell’Interno (come accadde alla nascita di Elisabetta II) oggi il momento del parto regale è forse l’unico istante privato, in gravidanze seguite passo passo dai media.
Protette e vezzeggiate, osservate, criticate e ammirate le principesse e regine attuali non hanno certo più nulla da Leggi tutto »Royal baby e parti pubblici

I rituali della nascita

Mostra

Da sempre il momento della nascita è considerato un evento sacro. In molte parti del mondo è tradizione piantare un albero quando nasce un bambino, una pianta che viene scelta in base alle caratteristiche desiderate per il neonato. Spesso tra le radici dell’albero viene seppellita la placenta (considerata come un “gemello” del piccolo) oppure il cordone ombelicale che il bimbo perde dopo alcuni giorni, così da legare uomo e pianta per sempre. Tra i Maori della Nuova Zelanda si usa ancora seppellire laLeggi tutto »I rituali della nascita

Nati con la camicia

Quando ero piccola alcuni modi di dire mi suscitavano immagini parecchio singolari.  “Nascere con la camicia” ad esempio, mi faceva pensare ad un bambino che usciva dalla pancia della mamma già vestito di tutto punto, con cravatta e 24 ore in mano.  Un piccolo adulto con l’aria saccente.
Nascere con la camicia significa invece, come sappiamo, uscire dal ventre materno insieme alle membrane (amnios e chorion). Un tempo succedeva che il bambino nascesse ancora avvolto nel sacco amniotico, a volte intatto, che la levatrice apriva per permettere al neonato di fare il suo primo respiro. Era un evento raro, considerato un segno del cielo e poteva capitare durante i parti molto veloci. Oggi purtroppo, le ostetriche Leggi tutto »Nati con la camicia