Vai al contenuto
Home » musica » Pagina 2

musica

Napoli è napoletanità

O-SOLE-MIO

Quando si dice “Napoli” il pensiero corre subito ai simboli di questa città, si tratti di personalità, di luoghi o di eventi. Simboli visivi o sonori. Ai suoi “tipici” prodotti: dall’alimentazione alla musica, dalla pizza alla canzone melodica. Napoli è… un’idea che si presta egregiamente alla suaLeggi tutto »Napoli è napoletanità

Amore e Morte

La Traviata capolavoro verdiano aprirà, il 7 dicembre 2013, la nuova Stagione scaligera, con il ritorno di Daniele Gatti sul podio dell’opera, il debutto di Diana Damrau nel ruolo di Violetta Valéry e la regia di Dmitri Tcherniakov.
L’ispirazione per quest’opera, certamente la più popolare scritta da Giuseppe Verdi, si deve ad Alexandre Dumas figlio e alla sua passione per  Marie Duplessis, celebre bellezza parigina dai lucidi capelli corvini, la figura sottile, la pelle bianchissima e magnetici occhi dal taglio orientale .Leggi tutto »Amore e Morte

Mandolino? no tu no.

Il 26 giugno scorso è  stata presentata una interrogazione parlamentare da Antonio Cuomo del Pd,  in cui viene richiesto al Ministro dell’Istruzione di inserire anche il mandolino tra gli strumenti insegnati nelle scuole medie a indirizzo musicale. In effetti allo stato attuale, lo stumento non è presente nella programmazione delle lezioni di musica dei corsi a indirizzo musicale delle scuole medie. Il motivo di questa lacuna è ignoto, nonostante le molte richieste ricevute negli anni di poter accedere all’insegnamento del mandolino e nonostante l’importanza e il grande valore storico che ha questo piccolo strumento. La notizia ha fatto un po’ di clamore e provocatoLeggi tutto »Mandolino? no tu no.

La guida di Maestro Guido

I nomi delle note musicali così come le conosciamo oggi  risalgono al Medioevo e la loro origine si deve a Guido d’Arezzo che ne fu l’inventore.
Amico di San Pier Damiani e molto stimato dai fratelli papi Benedetto VIII e Giovanni XIX, Guido Monaco già maestro di musica nell’Abbazia di Pomposa, poco dopo l’anno mille fondò ad  Arezzo una scuola di canto che divenne ben presto celebre.
All’epoca l’apprendimento delle melodie era puramente affidato alla memoria uditiva e la difficoltà di tramandare i canti era notevole.Leggi tutto »La guida di Maestro Guido

Luoghi verdiani

In occasione dei 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi, chi programma una vacanza itinerante in Italia non può tralasciare di visitare i luoghi in cui visse e operò il più grande e celebre compositore italiano.
Per celebrare questo duecentenario, Edoardo Fornaciari, fotoreporter che condivide con il Maestro questi stessi luoghi di origine, ha riunito in una rassegna le migliori immagini che, in molti anni, ha raccolto in un suo “album di famiglia” verdiano. Attraverso questo tributo attento e consapevole alle dinamiche locali, leggero e commosso come solo un fotoreporter che ha girato il mondo può fare quando ritrae la propria terra, possiamo farci guidare in un itinerario verdiano dal suo sguardo impeccabile, condito da un pizzico di ironia.

Partendo da Roncole, immersa nella Bassa parmense, è possibile visitare la Casa natale del maestro, un’umile costruzione dove il padre gestiva un’osteria,  e la chiesa di San Michele dove Verdi fu battezzato, che conserva il vecchio organo sul quale il maestro si esercitò da fanciullo.Leggi tutto »Luoghi verdiani

Astromestieri: il Sagittario

Difficile che un rappresentante del nono segno dello Zodiaco ami i luoghi chiusi e che quindi scelga consapevolmente un lavoro d’ufficio o una professione che lo costringe a prassi monotone ed abitudinarie.
Più portato per un lavoro autonomo che per un lavoro dipendente, anche se di buon grado cerca di volgere al meglio ciò che la vita gli pone di fronte, appena può dinamizza la sua giornata con spostamenti e lunghi momenti all’aria aperta, oppure a contatto con persone il più possibile diverse dalla solita cerchia.Leggi tutto »Astromestieri: il Sagittario