Home » economia

economia

L’evoluzione del welfare

cartolina commemorativa  Società Operaia di Mutuo Soccorso in Porto San Giorgio, 1906 -elaborazione ©FototecaGilardi

In origine c’erano le frumentalia, la prima forma di welfare conosciuta nel mondo antico.
Queste leggi popolari romane stabilivano l’importazione di grano siciliano o egiziano a Roma e la sua vendita a prezzo calmierato, affinché anche i poveri avessero accesso a un po’ di cibo.
Che fossero frutto di politiche demagogiche o di una reale preoccupazione per le fasce povere della popolazione, le frumentalia rappresentarono l’unica speranza diLeggi tutto »L’evoluzione del welfare

Hermes alla catena

Mercurio alato, affresco di Raffaello Sanzio, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Sorry, we missed you di Ken Loach ha finalmente sollevato il velo che copriva, agli occhi dei più indifferenti, i danni irreparabili che la diffusione del commercio on-line sta procurando a lavoratori e ambiente. Con il suo sguardo disincantato e privo di ipocrisia, il regista ha messo in luce il feroce sfruttamento in atto nei confronti di migliaia di lavoratori (i corrieri del commercio digitale) ridotti ad una plebe senza Leggi tutto »Hermes alla catena

Buttare o riparare?

La bottega del calzolaio,  fotografia del 1897 elaborazione ©Fototeca Gilardi

Nonostante da decenni le industrie sfornino prodotti “a scadenza”, ancora qualcuno se ne stupisce.
Le recenti multe comminate ad Apple e Samsung per aver diffuso aggiornamenti che rendono artificialmente vecchi gli smartphone, hanno dimostrato una volta per tutte che l’obsolescenza viene accuratamente programmata soprattutto nel settore tecnologia o su beni di grande valore. Che dire ad esempio del ricambio forzato di automobili in base ad un calendario a tappe già stabilito fino al 2025, per cui automobili che acquistiamo oggi, sono destinate a Leggi tutto »Buttare o riparare?

Pietra e oro

16_14_30_marzo16_BLG

Esistono molti tipi di pietre: le splendenti pietre preziose, le evangeliche pietre angolari, le variegate pietre dure, le musicali “pietre rotolanti”, le alchemiche “pietre filosofali”, ma quella che ci interessa è una pietra particolare: la pietra di paragone.
Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare non è la funzione che dà il nome alla pietra, ma viceversa, infatti la parola “paragone”, che indica l’atto di confrontare per trovare similitudini e differenze, deriva dal nome di una particolare varietà di diaspro nero che anticamente veniva utilizzato per Leggi tutto »Pietra e oro

Crediti ban…cari

02_20_gennaio _16_BLG

Banco” e “banca” sono termini antichissimi, i primi ad indicare i luoghi in cui nacque l’attività di credito, attività di cui abbiamo testimonianza fin dall’epoca sumera. Già in Mesopotamia infatti c’era l’abitudine di far custodire i propri averi dai sacerdoti del tempio e l’usanza la ritroviamo in Grecia, dove operavano i trapeziti, gli antichi banchieri, da  trapeza che in greco antico vuol dire appunto “banco”, “tavolo”.
I trapeziti privati e i sacerdoti greci agivano come veri e propri cambiavalute e consulenti finanziari: ricevevanoLeggi tutto »Crediti ban…cari

Guerra e Pace

Il  prossimo 21 settembre, equinozio d’autunno, ricorre come ogni anno la giornata internazionale della Pace, proprio mentre sono in corso decine di conflitti armati in tutto il globo.
Più che mai auspicabile, e da sempre nei desideri delle popolazioni civili di ogni continente, la Pace mondiale resta ancora un’utopia, sottoposta com’è a politiche internazionali compromesse con un’economia predatoria e colonialista, ormai chiaramente disfunzionale alla vita umana.Leggi tutto »Guerra e Pace

Poliamore

La Festa di San Valentino mi è sempre stata antipatica.
Commercializzare i sentimenti mi provoca tristezza, così ogni 14 febbraio vengo assalita da tentazioni dissacranti.
Questo evento, nato come rito orgiastico di fertilità e poi snaturato in una cattolica festa degli innamorati, sembra doversi  annacquare ulteriormente in una generica celebrazione dell’affetto, per non scontentare nessuno e soprattutto per non abbattere i consumi.
Già da questo piccolo esempio, le idee balzane di molti filosofi che facevano dipendere il sistema economico dalle passioni, danno l’impressione di non essere del tutto campate in aria.
In ogni caso, se i rituali non devono più avere una connotazione specifica, se dobbiamo per forza voler bene a tutti nello stesso modo e se la passione va dispersa in mille rivoli, in occasione di San Valentino proporrei di diventare tutti “poliamorosi”, che va tanto di moda.Leggi tutto »Poliamore