Vai al contenuto
Home » Blog » Canto lirico italiano

Canto lirico italiano

Canto lirico italiano, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Canto lirico italiano
Patrimonio Unesco

Il 6 dicembre scorso, il canto lirico italiano è stato ufficialmente inserito nella lista dei patrimoni culturali immateriali Unesco.

L’arte che, forse più di tutte, ci ha reso celebri nel mondo nel corso del XIX e del XX secolo, ha finalmente ottenuto un riconoscimento internazionale. E proprio in concomitanza con l’apertura della stagione scaligera.

D’altronde il canto lirico italiano attendeva da tempo questo imprimatur, giunto dopo un percorso durato 12 anni.

Artefice del risultato è l’Associazione Cantori professionisti d’Italia, che per molti anni ha operato al fine di valorizzare il ruolo culturale della nostra tradizione lirica nel mondo.

Nella candidatura presentata all’Unesco, si leggono riferimenti specifici e tecnici al canto d’opera italiano. E un accenno particolare viene fatto alla mimica facciale e gestuale che caratterizza la nostra opera lirica.
Inoltre l’indelebile impronta italiana in quest’arte è testimoniata persino dall’uso internazionale di termini tecnici nella nostra lingua.
Infatti tuttora si utilizzano in tutto il mondo le parole trillo, legato, staccato, etc. per precisare le varie tipologie di emissioni vocali.

È noto infine come il Teatro all’italiana, altro modello esportato in tutto il mondo, si strutturò proprio sulla base delle esigenze del canto lirico.

Nata in epoca rinascimentale dalla fusione di musica, danza, poesia, teatro e pittura, la lirica si diffuse in Europa nel corso del XVII secolo.
E pur riconoscendo gli indimenticabili contributi di alcuni compositori francesi e tedeschi, non si può negare che l’età d’oro della lirica fu dominata completamente dall’Italia.

Giuseppe Verdi, Gioacchino Rossini, Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini, Ruggero Leoncavallo, Pietro Mascagni e Giacomo Puccini, sono ancora gli autori più rappresentati al mondo.

Ed Enrico Caruso è ancora ritenuto il più grande tenore di tutti i tempi.

© riproduzione riservata


>>> visita il nostro negozio online per leggere guardare ascoltare
fuori dai circuiti mainstream

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *