Vai al contenuto
Home » Blog » Incinta o incinte?

Incinta o incinte?

mamma elefante incinta o con elefantino ©Fototeca Gilardi

Primavera, periodo riproduttivo per eccellenza!
La natura è “gravida”, pesante, “in dolce attesa”.
Ma questo tripudio di vita mi suscita un dubbio etimologico: si dirà “donne incinte” o “donne incinta”?
Eh sì, perché c’è qualcuno che ritiene si debba usare questa cacofonica seconda forma linguistica, considerando “incinta” un avverbio e non un aggettivo.

Vediamo.

La parola “incinta” deriva da incìncta che corrisponde alla forma latina in-ciens, usata da Plinio.

In-ciens deriva a sua volta dal greco én-kyùos dove kyùos indica il “feto” o meglio, “qualcosa che è in crescita” e che viene nutrito.
La donna “incinta” quindi, secondo l’etimologia, è la donna “che nutre o ospita un essere in crescita”.

Infondata è invece l’ipotesi linguistica fatta da Isidoro di Siviglia che intende “in-cinta” nel senso di “non -cinta”, cioè “senza cintura”.
Il riferimento sarebbe all’usanza latina di indossare una cintura sopra la veste, abitudine non opportuna in caso di gravidanza avanzata.

Dal punto di vista grammaticale quindi, a differenza di quanto alcuni credono, “incinta” non è un avverbio (“senza cintura”), ma un aggettivo.

Per questo dovremmo dire: “donne incinte” e non “donne incinta”, con buona pace di sedicenti virtuosi della lingua.

© riproduzione riservata


>>> visita il nostro negozio online per leggere guardare ascoltare
fuori dai circuiti mainstream

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *