Vai al contenuto
Home » Blog » Louvre Shoah

Louvre Shoah

Questo è primo tentativo di costruzione di un’opera nuova, storia spettacolo didattica insieme disponibile ai propri contatti su un socialnetwork. Per tappe minime, i dati sono reali, ed solo un’ipotesi per varie possibili: 1) abbiamo (ho) un magazzino in computer con 80.000 immagini. 2) creo una nuova cartella: per esempio, Buzz 3) Scelgo un titolo, in questo esempio Dalla fossa al Lager. 4) in Cerca richiamo dalle 80.000 le Lager, Fossa, Shoah, Antisemitismo, Colonialismo ….. eccetera, quì sono necessarie cultura e fantasia. 5) avrò in successione centinaia di immagini per risposta: scelgo come se fossero parole per svolgere il mio tema Dalla fossa al Lager quelle più adatte per svolgerlo. 6) porto le scelte nella cartella Buzz per studiare lo sviluppo dell’opera. 7) Da dove le richiamo con Foto nel posto come quello di adesso pensando ogni volta al testo CHE NON SARA’ COME QUESTO CHE SCRIVO ma appunto il testo proprio del tema il quale sviluppa IL SENSO DEI NESSI IN QUESTO ESEMPIO 5 che si sono formati. Attenzione: l’opera poi si sviluppa nei Commenti con nuove riflessioni, citazioni, musiche fino ad assumere volendo le dimensioni di un volume digitale

Non so se avete capito, se no per colpa mia non vostra. Se provate a fare un’opera per la quale non eiste ancora un nome proprio, esempio Dalla Fossa al Lager o meglio, e non avete un vostro magazzino di immagini come il mio, MEGLIOOOO! Potete fare la scelta da Google Immagini, Flicks, Libri, Musica libera, Youtube tutto il Web …. sono circa un miliardo.
Quello che è difficile non capire ma crederci è che per quanto riguarda i materiali, testi, immagini, musiche, edizioni di cent’anni …. le Mondadori del mondo sono diventate nel mondo nuovo digitale botteghe, povere edicole per quanto riguarda il mezzo di produzione e le materie prime. Quello che non è un materiale disponibile è la qualità della immaginazione di chi usa il mezzo nuovo.

3 commenti su “Louvre Shoah”

  1. Cari super-amici questo è il primo incontro nel gruppo da dove nessuno può essere bannato. Siamo un centinaio pochi ma buoni, del resto anche nel Facebook da dove sono stato bannato, quelli che mi seguivano metodicamente erano un centinaio, cioè voi. Scrivetemi per dirmi che avete capito e che tutto può funzionare meglio di prima. Vi abbraccio, Ando

    PS l’immagine allegata è prelevata da una mia vecchia guida del Louvre, che ho preso a caso per iniziare il discorso e vi manderò altri post per continuare la serie che abbiamo lasciato aperta su FB. Ripeto: il nostro bellissimo dialogo troncato su Facebook adesso lo continuiamo qua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.