Vai al contenuto
Home » Blog

Blog

Intervista

ANDO – …. e chissà dove voglio arrivare, chissà ….

INTERVISTA
– Ma allora secondo lei Gilardi gli insegnanti oggi sono poveri analfabeti?
– Attento! non mi faccia dire quello che non dico: il 90% sono degli insegnanti analfabeti, o al minimo semianalfabeti DIGITALI. Non sanno usare il computer per l’insegnamento…Leggi tutto »Intervista

Se questo è un popolo

se questo è un popolo

ANDO – Sviluppo l’esempio di un post:  ho costruito in Photoshop la copertina di un libro che non c’è,  Se questo è un Popolo, una specie di risposta al Se questo è un uomo, dove l’immagine multipla è un nesso esemplare: riunisce la testimonianza di una donna sopravvissuta a una fucilazione collettiva di donne e bambini, un testo incredibile se a renderlo esatto non fosse associato a due fotografie dell’evento. Leggi tutto »Se questo è un popolo

Maledetti coloro che creano immagini

ANDO – Il discorso testè fatto sulla Jihad potrebbe avere sviluppi di grande interesse anche per i fotografi. Quella che sia la posizione musulmana sulle immagini… eccetera. Quando vissi a Roma per alcuni anni c’era e penso ci sia un discreto turismo arabo, la principale località visitata con grande divertimento dai musulmani era proprio San Pietro … poi perchè per i fotografi (i mussulmani non fotografano volentieri, il Corano lo vieta: … tu non farai … eccetera come pure la Bibbia)? Perchè la fotografia di un quadro è una fotografia quella di un affresco una RIPRODUZIONE…Leggi tutto »Maledetti coloro che creano immagini

Fard’ayn

ANDO cita il Corano: “« … gli ‘Ulamā‘ [studiosi religiosi] concordano che in tutte le epoche islamiche il jihād diventa fard ‘ayn (obbligo individuale) per i musulmani del luogo in cui gli infedeli hanno attaccato e per i musulmani più prossimi, per cui i fanciulli agiranno senza il permesso dei genitori, la moglie s…enza il permesso del marito e il debitore senza il permesso del creditore. E se i musulmani di questo luogo non sono in grado di espellere gli infedeli per mancanza di forze, perché sono distratti, perché sono indolenti o semplicemente non agiscono, allora il fard ‘ayn si diffonde radialmente dai più vicini ai più prossimi. Se anch’essi si distraggono o, ancora, gli uomini scarseggiano, allora spetta marciare al popolo loro accanto, e al popolo successivo a quest’ultimo. Il processo continua finché diventi fard ‘ayn per il mondo intero. »Leggi tutto »Fard’ayn