Vai al contenuto
Home » Blog » Astro-eventi: la Rivoluzione Francese – 1^ parte

Astro-eventi: la Rivoluzione Francese – 1^ parte

Inauguriamo con questo post la nuova serie di appuntamenti astrologici dedicati, dopo personaggi del passato e mestieri, agli eventi salienti della storia.
In campo astrologico è infatti possibile compilare un oroscopo per singoli individui, ma anche per coppie, gruppi, interi stati o addirittura particolari eventi. La storia può essere osservata attraverso i lunghi cicli dei pianeti periferici del nostro sistema solare (Urano, Nettuno e Plutone) e le loro posizioni reciproche, sempre diverse ma ciclicamente ricorrenti, che ci dicono molto sugli avvenimenti mondiali nel lungo periodo.

Ad esempio, un evento epocale come la Rivoluzione Francese (e così la contemporanea Rivoluzione Americana) esplode proprio in concomitanza del passaggio di Plutone da un segno all’altro: dal conservatore Capricorno all’anarchico Acquario.

Vediamo innanzitutto come si preparano gli eventi esplosivi che sfoceranno nella Rivoluzione più celebre della storia.
Dal 1763 al 1777 lo stazionamento del pianeta Plutone, simbolo del potere politico ed economico, nel segno del Capricorno (freddo, cinico, attaccato al proprio benessere, incapace di accogliere le parti deboli della società, anzi interessato a sfruttarle a proprio vantaggio, sostenitore dello “status quo” e delle strutture più forti del sistema come monarchia e clero) aveva fatto maturare una forte resistenza nei “vecchi potenti” e aveva portato all’esasperazione sia la popolazione, che viveva sempre più in misere condizioni, sia gli strati sociali emergenti, come la borghesia, che non riuscivano a trovare spazio né rappresentanza politica.

Le nuove istanze iniziarono ad emergere grazie all’entrata di Urano (simbolo di rivoluzione, innovazione e opportunismo) nel primo segno zodiacale, l’Ariete, conosciuto per la sua irruenza e per la mancanza di pazienza, simbolo dell’inizio di ogni nuovo ciclo.

Il terzo pianeta coinvolto nell’analisi di questi eventi epocali, dopo Plutone e Urano,  è Nettuno, i cui movimenti ci dicono cosa accade in quello che Jung chiamava “inconscio collettivo”, cioè nel “sistema emotivo globale”, quello che ci accomuna tutti in quanto umani e che determina gli eventi tanto quanto l’economia o la politica.

Allora, intorno al 1765, mentre il vecchio potere (Plutone in Capricorno) tiene duro e resta sordo e cieco di fronte all’inevitabile cambiamento, avviene una metamorfosi fondamentale nella pancia di nobili e pezzenti, di borghesi e religiosi: Nettuno passa dal “magnifico” e sprecone segno del Leone (associato simbolicamente alla figura del Re e alla monarchia assoluta) al segno della Vergine che invece simboleggia la moltitudine, i poveri, l’accurato utilizzo delle poche risorse rimaste dopo la scriteriata dilapidazione del Leone, e che, non ultima, simboleggia la democrazia: il governo del popolo.
Come non riconoscere in questo passaggio simbolico la frattura tra la monarchia e il popolo francese, che venticinque anni dopo porterà alla morte per ghigliottina la famiglia del sovrano e moltissimi nobili, fino all’instaurarsi del Terrore?
La prossima settimana potrete capire  quale sia stato il “detonatore astrologico” della Rivoluzione Francese e quanto sia grande, ora, il rischio che un evento simile si ripeta.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.