Vai al contenuto
Home » Blog » Previsioni astrologiche 2023 – parte 1

Previsioni astrologiche 2023 – parte 1

Previsioni astrologiche 2023 – parte 1 di Stefania Lucarelli, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Eccoci alle soglie del 2023!

Vediamo innanzitutto una panoramica generale del cielo dei prossimi 12 mesi.

Dopo due anni di fatica collettiva, stiamo emergendo dall’incubo. Osserviamo le macerie di ciò che è stato osando sperare in una ricostruzione prossima.

Finalmente ci siamo lasciati alle spalle la lunghissima quadratura tra Saturno e Urano che ha impedito per troppo tempo scelte razionali e opportune, sia ai governi che ai singoli.
Adesso sembra arrivato il momento di rimettere in moto il nostro senso pratico per creare le basi necessarie al nostro futuro.

Saturno – il Signore della logica e del senso di realtà – il 7 di marzo entrerà in Pesci portando un po’ di raziocinio nel mare di dubbi in cui nuotiamo.
Chissà, forse inizieremo a orientarci meglio tra good e fake news. O magari impareremo a valutare con sano scetticismo gli inviti di chi ci vorrebbe seguaci creduloni di ogni sorta di panzana.

Affiancandosi a Nettuno, Saturno nel Segno dei Pesci rappresenterà un freno alla fantasia, o meglio un solido binario su cui la fantasia potrà scorrere senza deragliare.
Speriamo che questo riporti nei binari anche il miraggio di chi, dal febbraio scorso, si è gettato in una guerra scriteriata e stupidamente idealistica.

Un altro importante, seppur breve, evento planetario di quest’anno è rappresentato dall’affacciarsi di Plutone nel Segno dell’Aquario (dal 23/03 all’11/06).
Si tratta di un primo assaggio della “nuova era”.
Plutone, pianeta che rappresenta il potere e il lento trasformarsi delle coscienze, dal 2008 a oggi ha percorso il Segno del Capricorno. L’astro delle risorse materiali e dell’istinto di sopravvivenza ci ha messo alla prova facendoci vivere “un lungo inverno”. Si tratta dell’inverno capricornino, quello che ci insegna a cavarcela nelle peggiori condizioni senza cedere.
Ora l’atmosfera cambierà, ma sempre nell’inverno zodiacale resteremo.
Che mezzi donerà l’Aquario al pianeta Plutone, per guidarci a scovare le giuste risorse vitali?

Beh, intanto sappiamo che l’Aquario per sopravvivere, non combatte allo stremo delle forze come fa il Capricorno. La sua strategia è quella del risparmio energetico, del letargo.
Insomma è un po’ come quegli animali che, braccati dai predatori, si fingono morti. Degna, degnissima strategia vitale: molto utile e poco costosa.
Inoltre questo Segno, a differenza del Capricorno, non ha un’indole prevaricante e non tende a sacrificare i soggetti deboli pur di preservare la vita.
Piuttosto si ingegna a scovare l’utilità sociale di chi sembra inutile.

A conti fatti l’Aquario preferisce giocare d’anticipo facendo meno vittime possibile.

Plutone in questa posizione, quindi, ci insegnerà a vivere serenamente con poco.
Ci farà vergognare di aver sprecato così tanto in passato. Suggerirà a tutti che non ci si deve riprodurre quando le risorse sono poche. E darà valore ai vecchi, alla loro sapienza antica, così come alle strategie “negative” e inusuali.
Il suo insegnamento sarà lunghissimo e molto difficile da imparare. Infatti Plutone, dopo questa breve incursione nel segno tra marzo e giugno del 2023, tornerà in Aquario nel 2024 per restarci fino al 2044!
Ora ci darà solo un breve assaggio dei suoi metodi anticonformisti.

A mantenere invece attiva la nostra pura vitalità primitiva sarà Giove che, transitando fino a metà maggio in Ariete, favorirà ogni nuova iniziativa. Giove in questo Segno di fuoco, primario, immediato e impulsivo, tutto azione, compenserà la freddezza apportata dalle posizioni dei pianeti più lenti. Possiamo anche sperare in una piccola, ma generalizzata ripresa economica poiché l’Ariete è il Segno che dà il via al nostro zodiaco e Giove rappresenta la ricchezza e il benessere.

Purtroppo Giove in Ariete contribuirà anche (e ancora) al travaso di denaro nelle tasche dei produttori di armi, e al finanziamento di milizie più o meno clandestine. Tuttavia si spera che la breve sosta di Plutone in un Segno “pacifista” come quello dell’Aquario possa prevalere sull’espandersi guerriero di un Giove in Ariete.
Dalla seconda metà di maggio il pianeta del benessere raggiungerà la prima delle sue sedi schematiche, cioè il Segno del Toro. Qui porterà in primo piano le questioni economiche e quelle relative ai confini nazionali.

Proseguendo nell’analisi globale del cielo, altri eventi importanti contribuiranno a cambiare l’atmosfera di questo nostro 2023. Innanzitutto l’uscita di Marte dai Gemelli il 25 marzo, dopo ben 7 mesi di “sosta” nel Segno.

L’effetto?
Meno liti, meno ansia, meno nervosismo, meno incidenti, meno conflittualità tra i giovani (anche meno giovani mandati a combattere) e un uso meno aggressivo dei media.
Probabilmente anche una diminuzione delle patologie respiratorie.

Infine quest’anno Mercurio farà le sue canoniche “soste” nei tre segni di Terra aiutando quella piccola ripresa economica auspicata dalle posizioni di Giove e dalla fine della quadratura Saturno-Urano.

Ed ora, dopo aver osservato gli aspetti globali, vediamo brevemente quali saranno gli aspetti privati di questi passaggi, analizzandone gli effetti segno per segno.

Iniziamo dai primi 4: Ariete, Toro, Gemelli, Cancro. A ognuno di essi verrà associato un personaggio storico geniale, che rappresenterà la “guida esistenziale” per il prossimo anno.

Nella seconda parte delle Previsioni astrologiche 2023 – in uscita il 4 gennaio – potrete leggere l’analisi degli 8 segni successivi: Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Aquario e Pesci.

ARIETE

2023 ARIETE di Stefania Lucarelli, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Giove è entrato nel vostro segno pochi giorni prima di Natale e voi Arieti avete improvvisamente sentito di potervi riaprire agli altri.
Il suo effetto benefico si farà sentire fino a metà maggio: la comunicativa e la voglia di vivere torneranno e questo vi rasserenerà e vi renderà meno aggressivi o arrabbiati col mondo.
Nella seconda parte dell’anno invece il pianetone del denaro passerà in Toro facendo balzare in primo piano le questioni economiche. Già da tempo state tentando di diversificare le entrate o di trovare un lavoro stabile, ma siete inquieti. Non riuscite ad accontentarvi, ma le occasioni potrete afferrarle con maggiore probabilità nel mese di giugno, con Marte e Venere in trigono dal Leone.
Questo cielo estivo potrebbe portarvi vantaggi di ogni tipo. Una bella storia d’amore, una vincita, un guadagno inaspettato, un figlio, una ripresa dopo una malattia, un riconoscimento di ruolo.
Insomma, cose belle!
Chi tra voi sente ancora la pesantezza di Plutone quadrato dal Capricorno e scalpita per raggiungere la sua autonomia, sarà favorito dal 23/03 all’11/06 dal temporaneo passaggio del pianeta in Aquario.
Nel corso dell’anno fate attenzione a non entrare in conflitto con la famiglia per pura fretta di realizzarvi, di uscire di casa o di lanciarvi in un nuovo progetto.
Saturno e Nettuno dai Pesci vi ricordano che avete diverse questioni interiori da risolvere. Dovete ancora imparare a mettere in equilibrio timori e speranze senza esagerare.

Il vostro genio personale è Benjamin Franklin, il quale vi ricorda che «la felicità dipende più dalla disposizione interna della mente che dalle circostanze esterne.»

TORO

Previsioni astrologiche 2023 TORO di Stefania Lucarelli, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Ancora spinti verso il cambiamento voi Toro forse vi state abituando o forse vi siete rassegnati a sperimentare l’incertezza. Ma tranquilli, Saturno smetterà presto di infastidirvi (il 06/03) per posizionarsi in favorevole aspetto di sestile. Finalmente riuscirete a mettere dei punti fermi con gli altri e a concretizzare delle proposte di collaborazione.
La temporanea entrata di Plutone in Aquario il 23 marzo, aumenterà la vostra ambizione, ma punterà un faro su eventuali fragilità professionali. È anche possibile che vi sia richiesto un impegno troppo gravoso che potrebbe entrare in conflitto con le vostre esigenze familiari, o non perfettamente corrispondente alle vostre aspirazioni.
Per fortuna già dai primi di aprile Mercurio verrà in vostro aiuto e formerà un lungo anello di sosta proprio in Toro. Riuscirete a essere rapidi e comunicativi, scaltri e furbi compensando le eventuali lacune e scontentezze.
Inoltre dal 17 maggio anche Giove arriverà in Toro migliorando la vostra immagine e aumentando il vostro carisma. Riuscirete ad apparire più bonari e meno opportunisti. Questo vi aprirà alcune porte.
Inoltre già da marzo l’uscita di Marte dal settore del denaro, dopo lunghi mesi di sosta, non vi vedrà più metter mano al portafoglio per affrontare decine di spese impreviste.
Tenete duro fino a giugno, quando Plutone concluderà la sua passeggiata in Aquario e si rimetterà in favorevole aspetto di trigono dal Capricorno fino a fine anno. A quel punto potrete stabilizzare il vostro ruolo e mettere al riparo le conquiste appena acquisite, in vista del 2024.
L’estate vi vedrà molto impegnati con questioni familiari e immobiliari che potrebbero creare qualche preoccupazione o delle tensioni.
Mercurio in favorevole trigono tra settembre e ottobre potrà portarvi soddisfazioni e momenti piacevoli a livello creativo e nelle questioni relative ai figli.

Il vostro genio personale è Elizabeth Blackwell, la quale vi ricorda che «la società che non ammette il libero sviluppo di una donna dev’essere rimodellata

GEMELLI

Previsioni astrologiche 2023 GEMELLI  di Stefania Lucarelli, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Amici Gemelli, questo 2023 sarà per voi un anno di svolta. Due momenti segneranno dei cambiamenti positivi nella vostra vita.
La prima svolta avverrà a marzo quando, Saturno entrerà in Pesci. A distanza di una ventina di giorni Plutone passerà in Aquario e Marte, dopo 7 lunghissimi mesi, uscirà dal vostro segno.
Saturno si metterà in difficile aspetto di quadratura, ma non dovrete temere: finalmente la vaghezza e la precarietà lavorativa che vivete da anni verrà moderata da una maggiore concretezza. Non sarete più disposti a illudervi su ciò che vi si promette e non viene mantenuto. Saturno esige serietà e stabilità, vi spinge all’autonomia e a una concreta realizzazione professionale. Sarete più consapevoli delle vostre doti e se qualche problema dovesse presentarsi riguarderà una vostra maggiore selettività nei confronti delle proposte che vi arriveranno.
Plutone in positivo aspetto di trigono dall’Aquario tra fine marzo e i primi di giugno, saprà darvi una visione globale della situazione, donandovi anche la capacità di prescindere dalle aspettative altrui. Sentirete crescere in voi l’ambizione e la sicurezza di poter affrontare persone e situazioni nuove con grande centratura.
Le capacità della vostra mente saranno potenziate durante questo passaggio (dal 23 marzo all’11 giugno). Approfittatene!
E l’uscita di Marte dai Gemelli vi libererà da quel nervosismo e da quell’aggressività che vi hanno tenuto in guerra col mondo da fine agosto 2022.
A metà maggio Giove, che dall’Ariete ha posto in primo piano i vostri rapporti con amici e collaboratori fin da inizio 2023, passerà in Toro, dove già staziona Urano. L’effetto sarà quello di aumentare il bisogno di riflessione interiore e la voglia di ritagliarvi degli spazi personali che, però, risulteranno molto produttivi.
Per l’amore puntate sull’estate, protetti da un lungo sestile di Venere dal Leone e da un bel trigono di Marte dalla Bilancia a settembre.

Il vostro genio personale è Wolfgang Amadeus Mozart, il quale vi ricorda che «non è un elevato grado di intelligenza, e nemmeno l’immaginazione, e nemmeno le due cose assieme che creano un genio. Amore, amore, amore, quella è l’anima del genio

CANCRO

Previsioni astrologiche 2023 CANCRO  di Stefania Lucarelli, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Cancerini di fine Segno, cercate di resistere. Plutone in opposizione dal Capricorno vi sta ancora mettendo alla prova, mentre i vostri compagni di inizio e metà Segno sono già liberi dall’oppressione. Questo 2023 mostrerà solo ad alcuni di voi lo specchio impietoso di Plutone, ma servirà soltanto a far emergere la vostra forza reale. I primi due mesi dell’anno saranno stancanti per tutti voi, anche a causa di un anello di sosta di Mercurio in Capricorno, che moltiplicherà gli impegni sociali e le richieste altrui.
Come se non bastasse Giove in Ariete vi premia dal punto di vista professionale, ma contemporaneamente vi richiede maggiori investimenti a livello di immagine e di energia.
Tenete duro perché Nettuno vi appoggia dal Segno amico dei Pesci, ammorbidendovi e aiutandovi a lasciarvi andare ai flutti della vita. Il 7 di marzo anche Saturno entrerà in Pesci regalando a tutti i Cancro una solida zattera su cui salire per navigare in sicurezza. Questo duro e razionale pianeta nel settore della mente vi aiuterà a non perdere la bussola. Inoltre vi sosterrà nelle attività di studio e nell’acquisizione di nuove competenze. Renderà lucida e prudente la vostra ricerca di nuovi spazi, ultimamente vissuta all’insegna dell’improvvisazione.
Intorno al 24 marzo Plutone entrerà temporaneamente in Aquario alleggerendo anche i Cancro della terza decade, mentre Marte, passando nel vostro Segno, vi darà forza fisica e iniziativa.
Tuttavia bisognerà aspettare la metà di maggio per beneficiare davvero di questo cielo. Giove, infatti, passerà nel Toro, formando un favorevole sestile dal settore delle amicizie e delle collaborazioni.
Affiancandosi a Urano e potenziato da un anello di sosta di Mercurio, questo Giove taurino favorirà i lavori in equipe e i nuovi progetti. Anche i figli in questo periodo potranno darvi soddisfazioni, pur richiedendo molta attenzione da parte vostra.
I periodi migliori per l’amore – che ultimamente non è tra le vostre priorità – si presenteranno tra agosto e settembre, complice il passaggio di Mercurio in Vergine. Questo stesso aspetto sarà ottimo per qualsiasi attività mentale.
Tra ottobre e novembre Marte in trigono dallo Scorpione potrà darvi soddisfazioni erotiche.
Se dovete occuparvi di questioni economiche fatelo tra i primi di giugno e i primi di ottobre, sotto la protezione di Venere. Ma attenzione a non spendere troppo!

Il vostro genio personale è Nikola Tesla, il quale vi ricorda che «l’istinto è qualcosa che trascende la conoscenza. Abbiamo, indubbiamente, certe fibre più fini che ci permettono di percepire la verità quando la deduzione logica o qualsiasi altro sforzo intenzionale del cervello, risulta futile.»

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *