Vai al contenuto
Home » Blog » Famiglia Sagittario

Famiglia Sagittario

Nativi d'America Cree. Fotografia 1893 circa, elaborazione ©Fototeca Gilardi

Famiglia zodiacale – il Sagittario

Eccoci all’ultimo appuntamento della rubrica astrologica 2023, che ha esplorato i 12 diversi modi in cui i Segni vivono la famiglia. Se la amano, se la detestano, se tendono a prendersene cura, se la vivono come un rifugio oppure se hanno l’indole di sfruttarla o magari allontanarsene serenamente.
Il tema è sensibile, quindi è opportuno ricordare che quando si parla di astrologia in modo generico, si ragiona su modelli archetipici, su “tendenze” globali che non si incarnano in nessun individuo specifico. In questi modelli possiamo riconoscerci poco. Possiamo trovare noi stessi un po’ qui e un po’ là. Oppure possiamo riconoscerci in gran parte.
Ma cerchiamo di essere sempre un po’ leggeri e divertirci!
Per capire come vivete la famiglia osservate, oltre al vostro Segno solare, in che Segno cade la casa IV (o Imum Coeli – IC) e dove avete la Luna.

Solitamente la famiglia, nella mente di un Sagittario, è quella “cosa stabile” su cui può contare, mentre scorrazza per il mondo. Un approdo sicuro che resta fermo nel tempo, permettendogli di allontanarsi in sicurezza.

Da buon avventuriero – forte della protezione di Giove, Nettuno e X-Proserpina – il Sagittario si sente ovunque a suo agio. La sua casa è il mondo.
Ed è proprio l’idea di poter “fare famiglia” con chiunque, uno degli elementi che contribuiscono a donare al Sagittario la sua proverbiale sicurezza e gioia di vivere.

Il nostro centauro, che ha mutuato dallo Scorpione la tendenza nomade, porta alle estreme conseguenze il concetto applicandolo anche a casa e famiglia. Ma, anziché vivere il distacco dal territorio natale come un abbandono, si allontana allargando i confini del proprio cuore fino a ricomprendere l’umanità in un unico immenso nucleo familiare.
Certo è una concezione astratta, che comporta un allentamento delle maglie affettive a favore di una maggiore accoglienza degli estranei.

A onor del vero bisogna ammettere che i Sagittari non hanno l’istinto di farsi carico dei propri familiari. Positivi e convinti che tutti siano dotati di ottimismo, sicurezza e iniziativa, lasciano campo libero ai congiunti anche quando sarebbe necessaria una maggiore tutela nei loro confronti.

È l’amore per la propria libertà che li fa apparire a volte, inaspettatamente egoisti, sebbene compensino le loro assenze e distrazioni con il calore umano.
Vero è, anche, che provano a lasciare la stessa libertà d’azione agli altri componenti del nucleo e, in caso di necessità, aiutano senza farlo pesare, ma ritagliandosi i propri spazi personali.

Nella mente Sagittariana, la famiglia – come d’altronde tutto il resto – dev’essere funzionale al loro Grande Progetto: alla lontana e irraggiungibile meta che costituisce lo scopo ultimo di ogni rappresentante del Segno.
Questi soggetti sono infatti guidati dal desiderio di muoversi infinitamente, con il pretesto (perché spesso è un puro e semplice pretesto) di avvicinarsi a un obiettivo. Il quale, però, si allontana sempre di più.

Nel progetto sagittariano anche la famiglia partecipa all’avventura, anzi, è forse il principale nucleo di “compagni di viaggio” che un Sagittario prende, inizialmente, in considerazione.
Questo Segno, entusiasta e spesso ingenuo, sente di poter riporre fiducia nei familiari e si aspetta che essi condividano, con gioia acritica, i suoi piani.
Il problema sorge quando questi disegni sono vaghi, approssimativi e costantemente mutevoli. Cioè, quasi sempre.

Oppure quando i familiari non sono poi così affidabili come il Sagittario medio si aspetta.

Capita spesso che genitori o figli sagittariani rappresentino il motore principale della famiglia, capace di proiettare le ambizioni o i progetti del nucleo molto lontano. Tuttavia è altrettanto frequente che questa forza propulsiva iniziale debba essere presa in carico da altri congiunti, più attenti ai risultati concreti e più metodici. Ciò è necessario affinché l’iniziativa non sia compromessa dall’inconcludenza tipica del Segno.

Per un Sagittario, quindi, la famiglia deve servire uno “scopo ultimo” e non ha valore di per sé. Non ha valore in quanto nido protettivo perché questo Segno non sente il bisogno di protezione. Ha valore invece in quanto principale uditorio con il quale condividere pensieri e riflessioni profonde. In un rapporto paritario e autonomo.

La mancanza di entusiasmo da parte di genitori, partner e figli, deprimono i Sagittari e li inducono ad allontanarsi. Così come l’eccesso di prosaicità e concretezza, che il nono Segno legge come mancanza di senso morale o come limite spirituale.

La famiglia di stampo sagittariano possiamo quindi immaginarla come una fucina di idee, dove ogni membro agisce spinto da una passione, seguendo principi etici il più delle volte “radicali”.
Radicali in molti modi diversi: dal punto di vista economico, logistico, ideale, politico, etc.

In linea con il carattere agreste del pianeta X-Proserpina, le scelte di vita delle famiglie sagittariane sono spesso all’insegna di un ritorno alla natura. Si osserva un recupero delle vecchie tradizioni e un conseguente rifiuto della “modernità” intesa come progresso tecnologico fine a se stesso.

Indifferente ai disagi fisici e incredibilmente adattabile rispetto all’ambiente naturale, il Sagittario non ha problemi a rinunciare a quelle che la maggior parte delle persone chiama “comodità”.
Ma semplicemente perché non le ritiene tali.
Dormire sotto le stelle è più appagante che dormire in una piccola stanza in muratura.
Cucinare e lavarsi (approssimativamente) all’aperto, quando il clima lo permette, è decisamente più comodo e non comporta inquinamento o noiose pulizie.
Alzarsi con la luce del sole e coricarsi al tramonto, come ogni altro animale, è più piacevole che costringersi a una vita frenetica dove è sempre giorno e giriamo “a vuoto” come trottole.

Insomma la vita ideale della famiglia Sagittario potremmo immaginarla in una baita immersa nei boschi, a contatto con gli animali selvatici. Oppure – meglio ancora – in giro per il mondo in un camper gigante. Magari arredato in stile bohémien o zingaresco, decisamente carico di oggetti e colori.

Per quanto rappresenti ormai un mondo scomparso, la perfetta dimensione abitativa e familiare sagittariana potrebbe essere ben rappresentata dagli accampamenti dei nativi americani.
E questo condizionamento zodiacale sotteso all’indole del Sagittario, emerge in qualche forma ancora oggi.

Per questo Segno la cosa importante è vivere in armonia con il cosmo e rispettare l’ambiente. Conciliando tutto ciò con l’esigenza di fare esperienze sempre diverse, di conoscere persone lontane, di spaziare, di sentire la grandezza del nostro pianeta e percepirne la varietà.

Inutile sottolineare, a questo punto, che tra i genitori più fanatici dei viaggi-studio all’estero, i Sagittari sono al primo posto. Convinti sostenitori dell’autonomia dei figli e della necessità di allargarne gli orizzonti culturali, non esitano a spingere i loro pargoli fuori dai confini nazionali appena possibile.
Stesso discorso per le vacanze-avventura e per le esperienze spirituali in monasteri di qualunque orientamento religioso.

Sì perché nei nuclei sagittariani, a volte, l’attenzione al risvolto etico dell’esistenza, si traduce in una spiccata fede. Purtroppo questa apertura spirituale spinta al limite, produce facilmente famiglie bigotte e puritane, che rappresentano il lato oscuro, un po’ fanatico, del Sagittario.

Facile dedurre che le più insanabili fratture all’interno dei nuclei familiari sagittariani sono proprio quelle che riguardano le credenze e i principi, di stampo ideologico, politico e religioso.

Per fortuna la casa sagittariana è più sovente un porto di mare, con un via-vai continuo di conoscenti e ospiti per i quali è sempre disponibile un divano-letto. Ospiti che raramente sono persone banali perché la famiglia Sagittario seleziona chi ha qualcosa da dire, senza neppure accorgersi.
Grazie alla sua candida schiettezza e alla tranquilla convinzione di sapere cosa è Bene.

<<< famiglia Scorpione

© riproduzione riservata


>>> visita il nostro negozio online per leggere guardare ascoltare
fuori dai circuiti mainstream

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *