Vai al contenuto
Home » Blog » AstroSalute – Il Cancro

AstroSalute – Il Cancro

AstroSalute - Il Cancro

Che atteggiamento hanno i vari Segni di fronte alla salute, alla malattia e alla cura?
Diversi elementi simbolici concorrono a dare una risposta per ciascuno di noi.
Tuttavia i Segni zodiacali, in quanto modelli archetipici, rappresentano un atteggiamento caratteristico di fronte alla questione salute.
Ogni mese analizziamo un Segno per approfondire come vive e affronta la malattia, quali sono i suoi organi più forti e più fragili e come preferisce curarsi.

Il segno del Cancro è considerato uno dei più trepidi e paurosi dello Zodiaco.

Dominato dalla Luna, astro della sensibilità, associato all’infanzia e al mondo emotivo, il Cancro è indubbiamente facile alla preoccupazione, ma è altrettanto incline all’incoscienza.

L’incostanza lunare non gli rende possibile restare a lungo immerso nello stesso stato d’animo.

All’idea di una probabile malattia drammatizza, esagera oppure – più facilmente – si affida istintivamente al destino con l’irrazionale certezza di essere immune, o immortale.
Lo fa con la stessa ingenuità e la stessa incoscienza di un bambino.

E non gli interessa neppure informarsi, perché il Cancro “sente” se la faccenda è grave.
E il bello è che, con le sue sensibilissime antenne, lo sente davvero.

Come sede di esaltazione del pianeta Venere, astro strettamente connesso alla salute, il Cancro alla prova dei fatti ha mediamente una salute di ferro.

A meno che, nel singolo oroscopo, non appaiano indicatori di pessima salute o di particolare fragilità di qualche organo, i cancerini sono molto più resistenti di quel che sembra ad un primo sguardo.
Anche se si lamentano spesso di “non farcela più”. Anche se piangono e strepitano.

Alla fine questo loro modo di esternare le emozioni negative, diventa una salutare valvola di sfogo che alleggerisce il loro animo (un po’ meno l’animo dei conviventi) e permette loro di vivere a lungo.

Bisogna dire anche che, di solito, avere elementi Cancro induce a non sovraccaricarsi troppo di lavoro, a dormire a lungo, a scansare le responsabilità e a ricaricarsi vivendo circondati dai propri affetti.
Già questo contribuisce non poco alla salute degli appartenenti al quarto segno dello Zodiaco.

Il loro punto debole è lo stomaco, organo preposto alla prima digestione, spesso colpito da gastriti nervose e ulcere. Sono cancerine anche tutte le patologie legate al metabolismo degli zuccheri, così come i disturbi che colpiscono l’utero e il seno.

Nemici giurati dello sport e dell’attività fisica la maggior parte dei Cancro con il tempo rischia il sovrappeso, con tutte le conseguenze che ne derivano.
E il cancerino tipico non cambia stile di vita neppure rendendosi conto del problema. Purtroppo la pigrizia lo frega e a ogni settimana di dieta e corsa, ne seguono tre di gelato e divano.

Certamente non mancano Cancri attivi, sportivi, salutisti e disciplinati, ma immancabilmente sono dominati da pianeti estranei al segno, come il rigoroso Saturno o l’elettrico Urano.

Un problema cancerino parecchio sottovalutato è la facilità con la quale si feriscono a causa di gesti bruschi dettati dall’impazienza o dal solito picco emotivo.

AstroSalute – Il Cancro

Tuttavia quando un Cancro decide di dedicarsi alla cura e alla medicina, possiamo star sicuri che faccia un ottimo lavoro.

Al Cancro sono associate professioni mediche come quella del pediatra, dell’ostetrica (se ha valori saturniani), della logopedista, del neuropsichiatra infantile, insomma di tutte quelle figure che si occupano di infanzia e maternità. E non pochi sono coloro che esercitano come psicologi.

Il temperamento cancerino emerge spesso nella dolcezza con la quale approccia i suoi pazienti, con la capacità di ascolto e la naturalezza con la quale accetta le fragilità dei malati.

La Luna, astro notturno, si trova a proprio agio nei luoghi in cui la forza solare cede il passo al suo satellite.
Qui risplende con forza inviando il suo messaggio di protezione e cura.

Segno materno e amorevole, per il Cancro la cura passa principalmente dall’attenzione e dall’osservazione del singolo. Ma anche dalla capacità di donargli speranza e incoraggiamento, qualunque problema debba affrontare.
Ha fiducia nella Natura e nella capacità del corpo di rigenerarsi.
Il Cancro guarisce prima di tutto con un abbraccio e, solo poi, con un farmaco.

E considerando che un abbraccio è capace di scatenare in noi una tempesta di endorfine possiamo ben dire che il Cancro, quando è “in buona”, è un vero analgesico zodiacale.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.